Cos’è il Programma Intensivo

Nel Programma Intensivo per il trattamento dei Disturbi Ossessivi di IPITIA i precetti della metodologia AFOP® (link) raggiungono la loro massima efficacia e applicazione pratica.

Si tratta di un programma estremamente personalizzato, con una durata compresa tra 1 a 4 settimane nei quali la persona si immerge completamente nel processo di cura del DOC per 5-7 ore di lavoro ogni giorno. Il programma si realizza sotto la direzione e con l’aiuto dei nostri psicologi specialisti, e conta sulla supervisione costante del direttore del Centro e sviluppatore della metodologia AFOP®, Damián Ruíz.

Il trattamento intensivo è stato disegnato specificamente per quelle persone che desiderano affrontare in modo radicale il processo di dissoluzione del disturbo ossessivo, per raggiungere un punto di inflessione vitale e di sblocco del sistema nervoso, fondamentali per il processo terapeutico.

Basi teoriche del P.I

AFOP® è un metodo Analitico-Esperienziale perché inizia con una profonda esplorazione analitica delle cause del problema, a partire della quale psicologo e paziente generano una serie di risposte basate sull’esperienza reale che permettono di sbloccare il sistema il sistema nervoso della persona, allenandolo per affrontare una vita senza sintomatologia.

La Psicologia Analitica di Carl Gustav Jung e l’Etologia (studio del comportamento animale) rappresentano i nostri punti di riferimento in fase di analisi e di intervento, poiché costituiscono i fondamenti teorici nonché la base dell’efficacia di AFOP®.

Durante i 2-7 giorni del trattamento intensivo gli psicologi di IPITIA dirigono il paziente attraverso una profonda esplorazione, narrativa e simbolica, della sua vita e dei fattori che hanno determinato lo sviluppo e la permanenza del DOC. La suddetta analisi è costantemente alternata con esercizi pratici, fisici, simbolici (nel Centro) e con il superamento di sfide ed esperienze vitali (fuori dal Centro) che permettano lo sblocco di tali fattori.

Analisi ed Esperienza si intercalano continuamente nel Programma Intensivo con il proposito di ridurre l’ansia responsabile di ossessioni e compulsioni, e di identificare ed iniziare a sbloccare quegli elementi della vita del paziente di cui si alimenta il disturbo.

Contattaci

Quando e perché realizzare il P.I

Il trattamento intensivo è sempre vincolato ad un percorso terapeutico più amplio in IPITIA, di modo che sia prima che dopo la sua realizzazione il paziente viene seguito attraverso sessioni individuali, presenziali o via Skype.

In molti casi si realizza all’inizio della terapia per generare un punto di inflessione o uno sblocco del sistema nervoso nella direzione desiderata. In altri casi, si realizza dopo un certo lasso di tempo dall’aver iniziato la terapia, se durante la stessa lo psicologo individua elementi che hanno bisogno di un intervento specifico ed intensivo.

Anche quando si realizza al principio, il caso è analizzato a fondo in precedenza attraverso alcune sessioni individuali che offrono una diagnosi chiara e che permettono personalizzare e pianificare al massimo l’intervento intensivo.

Una volta terminato il P.I, è fortemente raccomandato continuare la terapia per ricevere guida ed aiuto nella realizzazione di quei cambiamenti nello stile di vita necessari per ridurre l’ansia responsabile dei pensieri ossessivi e dei rituali.

Richiedi una prima sessione

Programma personalizzato

Il nostro unico obiettivo è migliorare la sintomatologia del paziente. Per questa ragione l’intervento intensivo si studia e si pianifica in base al caso specifico e non in funzione di un programma standardizzato, per ottenere così la massima efficacia.

I programmi protocollari e rigidamente strutturati hanno il vantaggio di essere “facilmente applicabili”, ma hanno il grande inconveniente di non poter soddisfare le esigenze terapeutiche specifiche di ogni paziente, poiché ogni caso è differente e richiede un’attenzione unica se si desidera raggiungere obiettivi ambiziosi.

Noi non ci imponiamo limiti ed interveniamo sempre in base all’analisi del caso. Essa ci fornisce informazione precisa riguardante le aree del sistema nervoso che dobbiamo sviluppare nel paziente e, quindi, sul tipo di programma intensivo che richiede quel caso concreto. Vogliamo risultati tangibili e facciamo tutto ciò che è necessario per ottenerli, anche rompere i limiti dello spazio fisico del setting terapeutico e quelli delle relazioni asettiche tra psicologo e paziente.

Come sarà la terapia

Nonostante la personalizzazione e la flessibilità del Programma Intensivo siano gli elementi principali della sua efficacia, esistono elementi concettuali che ne costituiscono la struttura e che, sebbene possano variare nel contenuto, momento di applicazione e durata, sono sempre presenti:

– Analisi e diagnosi dei fattori causanti e di conservazione del disturbo. Il lavoro analitico e di diagnosi è fondamentale per conoscere in profondità le aree deficitarie, la cui attivazione e sviluppo procureranno una riduzione dei conflitti interni generatori di ansia. Ogni giorno del Programma Intensivo sono previste ore dedicate all’esplorazione ed analisi delle suddette aree: la ragione di ciò è che costantemente, grazie all’intensità degli esercizi e l’attivazione pulsionale che fomentiamo giornalmente, emergono nuovi elementi che hanno bisogno di essere processati.

– Esercizi di Attivazione Pulsionale. Si tratta di tecniche corporali ed esercizi specifici di AFOP® realizzati con il paziente da diversi professionisti della salute, nel nostro Centro o all’esterno, che hanno l’obiettivo di riattivare la biologia dell’individuo: ciò che noi chiamiamo istinto.

– Workout. Questo elemento rappresenta ed allena la connessione tra la vita interna (emozioni, credenze) ed esterna (condotta, atteggiamenti). Nelle ore di workout, organizzate in spazi appositi, il paziente affronta le sue paure in un modo innovativo, energico ed efficace sotto la guida di uno o due psicologi specialisti. Il suo nome, Workout, allenamento in inglese, si riferisce proprio al suo obiettivo di preparare internamente la persona per affrontare le sfide della vita reale che generano l’ansia colpevole della sintomatologia ossessiva.

– PPT. Personal Psychological Trainer. Nelle ore di PPT il paziente affronta il mondo esterno, la vita, “la strada”; supera sfide significative per lui/lei, con l’aiuto del terapeuta. Non importa quali siano le paure della persona, usiamo tutte le risorse della città di Barcellona o del luogo di residenza del paziente per creare esperienze significative per la superazione delle suddette paure e della paura in generale. Accompagniamo e spingiamo le persone a superare l’inibizione vitale dovuta al disturbo, in ogni tipo di situazione, purché esse abbiano un valore reale per chi ne soffre. In altre parole, oltrepassiamo i limiti della terapia classica per oltrepassare i limiti del DOC.

– Pianificazione del follow-up e obiettivi vitali. Ogni paziente che porta a termine un Programma Intensivo di IPITIA arriva ad avere un’idea molto chiara di ciò che è necessario fare a partire da quel momento per continuare a superare il disturbo, che viene esplicitata in un report finale. Congiuntamente con gli psicologi specialisti si pianifica una strategia terapeutica da seguire, la frequenza delle sessioni, gli obiettivi a breve e lungo termine che la persona dovrà raggiungere e le attività nelle quali dovrà implicarsi, per portare a termine quei cambiamenti nello stile di vita e nel modo di relazionarsi con il mondo che causeranno una riduzione significativa dell’ansia responsabile della sintomatologia, fino, in molti casi, a farla scomparire del tutto.

Avete domande?

Un progressivo recupero dell’istinto

Gli strumenti/elementi terapeutici menzionati anteriormente variano in contenuto e momento del Programma Intensivo a seconda del caso analizzato, pero sono pensati specificamente per preparare progressivamente la persona a recuperare la attivazione biologica adattativa (istinto) assente o deficitaria nelle persona che soffrono di DOC. Accompagniamo i pazienti dalla parte più profonda di se stessi fino alla vita reale, creando un cammino focalizzato alle sfide del presente e del futuro e non alla patologia.

Usando una metafora estratta dal libro di Damián Ruíz (Liberare il Primate, salvare la Principessa), è come accogliere un animale ferito, capire cosa gli succede (Analisi), ed allenarlo (Esercizi e Workout) per poi restituirlo al suo ambiente naturale, prima accompagnato (PPT), ed una volta recuperato il suo istinto, da solo (Pianificazione obiettivi). Questo è ciò che chiamiamo approccio Etologico. E non sorprenda o offenda la metafora: condividiamo più del 98% del nostro DNA con i primati.

Il Programma Intensivo per superare i Disturbi Ossessivi è pensato specificamente per creare un punto di inflessione importante verso la riduzione dell’ansia che sottende e causa la patologia.

Si tratta di un intervento energico, esigente per la persona, estremamente personalizzato, che, accompagnato dall’imprescindibile follow-up, ci permette di raggiungere il nostro unico obiettivo:

alti livelli di efficacia nella riduzione della sintomatologia ossessiva.

METTITI IN CONTATTO CON NOI

Per ricevere informazioni su IPITIA e il suo metodo terapeutico chiama il +34 93 528 23 53

o utilizza il nostro formulario. Risponderemo a tutte le tue domande.